Nel numero ventidue della rivista Rassegna del 1985, dedicato al tema della resistenza di Venezia ad accettare la radicalità del nuovo, si afferma che essa si presenta come la città che ha subito il minor numero di trasformazioni sotto il profilo morfologico.
La discontinuità insediativa è la sua caratteristica peculiare. Venezia appare come un sistema costituito da parti prive di gerarchie evidenti ma, al contempo, indivisibili e legate da reciproche relazioni.
I modi che contrassegnano lo sviluppo fisico dell’area arsenalizia non sfuggono a queste regole: permanenza, adattabilità, empiria, sono forme di intervento che tuttora sono evidenti nelle trasformazioni contemporanee e le pagine che seguono questo vogliono raccontare.

ARSENALE DI VENEZIA

Premessa Carlo Magnani
Presentazione Renata Codello
Introduzione Stefano Rocchetto

ARSENALE DI VENEZIA
Da luogo separato a nuova centralità urbana

Arsenale 1974 – 2013: tra pianificazione e progetto, conservazione e innovazione
Monica Bosio
L’Arsenale oggi: restituzione grafica dell’assetto fisico e funzionale
Tommaso Fornasiero
Trasformazioni recenti: schedatura e disegni dei progetti realizzati Valentina Gambelli
Aree strategiche e ipotesi d’intervento
Monica Bosio
Sei tesi di laurea: appunti per una ricerca progettuale Stefano Rocchetto

APPROFONDIMENTI
Sviluppo e trasformazione dell’Arsenale di Venezia in funzione della produzione navale Claudio Menichelli
Nuovi progetti per l’Arsenale sud
Ilaria Cavaggioni
Storia recente dell’Arsenale di Venezia attraverso i progetti non realizzati
Stefano Rocchetto

La storia di questa vicenda urbana è stata raccontata da molti autori, in particolare in due fondamentali testi stampati all’inizio degli anni Ottanta scritti da Giorgio Bellavitis e Ennio Concina. Con questo libro, è nostra ambizione proseguire, immodestamente, il loro lavoro e aggiornare il patrimonio di conoscenze sull’Arsenale, registrando le numerose, anche se ancora poco note, modificazioni che sono avvenute dagli anni Settanta a oggi.

La struttura del libro è costituita da due parti. La prima raccoglie, rielaborati e ampliati, i risultati della ricerca da cui prende il nome, sviluppati dai ricercatori che vi hanno lavorato: Monica Bosio, Tommaso Fornasiero e Valentina Gambelli. In questa sezione è stato inserito anche un capitolo che illustra i contributi di indagine progettuale elaborati da sei tesi di laurea. La seconda parte del libro è costituita da tre approfondimenti specifici e autonomi. Claudio Menichelli racconta delle trasformazioni fisiche e morfologiche succedutesi in Arsenale in rapporto con l’evoluzione del processo produttivo; Ilaria Cavaggioni illustra le ultime esperienze progettuali condotte in Arsenale dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e Laguna e, infine, un contributo dà conto della storia recente del complesso monumentale attraverso i progetti che non sono stati realizzati.

 

Formato

23 x 23 cm

Pagine

288

Stampa

Colori

Carta

Copertina con alette, 300 gr
Interno, ptinata 130 gr

Rilegatura

Cucitura filo refe

Spedizione

Ordinaria, + 1,50 €